martedì, 20 Ottobre, 2020

Aziende

Fabrizio Salini non sa più a che santo votarsi e torna a riflettere se non sia il caso di dimettersi e mandare tutti a quel paese. Soprattutto per le pressioni che arrivano da Zingaretti e Franceschini, che non gli danno tregua nel chiedere la nomina di Maria Pia Ammirati a direttora della Fiction. Il perché è molto semplice: l’attuale responsabile...
Egregio Direttore, dopo aver letto l’ennesimo sfogo dei miei colleghi di MBDA mi permetta di aggiungermi al coro delle denunce delle malefatte commesse da un management che amministra MBDA come se fosse cosa propria e non cosa pubblica (perché comunque è un’azienda di stato e che lavora per lo stato). Detto ciò mi auguro, come lei ha già fatto pubblicamente sulla...
Caro Direttore, Il suo sito è diventato come un acquario, con dei vetri in parte ancora offuscati, ma dove all’interno si vede molto di quello che succede in MBDA, permettendo specialmente a noi dipendenti e a chi di dovere di venirne ufficialmente a conoscenza. La pubblicazione delle nostre lettere ed i vostri articoli, oltre ad alzare un bel polverone e in...
Il testo dell'interrogazione parlamentare, rivolta ai ministri della Salute e dell'Università e della Ricerca, con la quale si torna sulla questione che ha dato il via all'indagine della Procura di Roma sul complotto ai danni del Consorzio Cnccs ed Irbm
http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/18/Sindisp/0/1161944/index.html          
L'esilio di Lorenzo Mariani alla guida di MBDA, dopo la "vendetta" di Alessandro Profumo per il delitto di lesa maestà, comincia all'insegna di una cattiva stella
Nuovo capitolo nella saga Università degli Studi Internazionali di Roma - Unint e il Ministero della salute. Il pm Mario Palazzi ha chiesto il rinvio a giudizio dell’ex presidente dell’Unint,  Giovanni Bisogni, formalmente dimessosi ma spesso ancora avvistato in Ateneo. Gli atti sono stati anche trasmessi all’Avvocatura dello Stato per valutare la sussistenza di una ipotesi di danno erariale. La vicenda...
La saga di Leonardo continua. Profumo sta andando avanti con la sua riorganizzazione che, a detta di molti, sembra più la scelta di un casting che quella di una squadra aziendale vincente. Ha preso il miglior ingegnere aeronautico d’Italia, Cioffi, un uomo di prodotto e fabbrica e l’ha messo a fare un lavoro che non conosce, non ha mai...
Lasciamo perdere un personaggio come Michele Anzaldi, la cui arroganza è ben nota in viale Mazzini fin dai tempi in cui curava la comunicazione di Francesco Rutelli; ma che possa saltare fuori un’altra faccia di bronzo del Pd a nome Michele Bordo, capace di bollare come “fallimentare” la gestione dell’AD Fabrizio Salini in tema di “garanzie del pluralismo”, questo...
La differenza, del tutto trascurabile, sta in due comunicati: quello trionfalistico di Leonardo per l’accordo-marchetta targato Pd con l’Intermarine di Colaninno e quello sulla storica visita del Presidente Trump alle darsene USA di Fincantieri. Due pesi e due misure che rendono meglio di qualsiasi altro paragone la ridicola offensiva di Alessandro Profumo contro Giuseppe Bono. Perché mentre l’AD di...
Invito a cena a casa Profumo per i fedelissimi (non più di 5 o 6) dell’AD di Leonardo. Una sorta di pre-consiglio del CDA di domani. All’ordine del giorno, lo spostamento di Lorenzo Mariani verso MBDA, l’arrivo di Pasquale Di Bartolomeo in piazza Montegrappa e l’impostazione del terremoto degli organigrammi aziendali che andrà avanti fino alla pausa agostana. Ma...
Il lupo perde il pelo ma non il vizio. E così Alessandro Profumo si toglie la maschera del bravo manager per tornare a recitare la parte che gli è più congeniale: quella che in UNICREDIT gli aveva fatto meritare il soprannome di “Arrogance”. Malgrado le preoccupazioni fattegli arrivare perfino dal Quirinale, al prossimo CdA di Leonardo di fine mese,...

Le Ultime Sassate