martedì, 15 Ottobre, 2019

Difesa

Le Sassate aiutano a scompaginare i piani del Circolo St. Regis. E dopo la sconfitta per far nominare il fraterno amico Carmine Masiello SCSME (Farina, malgrado le pressioni, ha ottenuto come vice il generale Giovanni Fungo), ora ne incassano un’altra: la conferma di Pietro Serino come capo di gabinetto, decisa proprio oggi al termine di una giornata molto nervosa...
Nell’indifferenza totale del neo-ministro Lorenzo Guerini (molto più interessato a sistemare il suo staff smilitarizzato), i nuovi consoli della Difesa, Graziano Badoglio e Carmine Masiello, cominciano a battere cassa col sempre più debole CHOD, Enzo Vecciarelli. Giovedì, l’uomo di Bruxelles è tornato alla carica con il successore, per ottenere quei benefit che Elisabetta Trenta gli aveva negato: aumento delle spese...
Si delineano sempre meglio gli obiettivi dell’”Operazione St. Regis” e del conseguente ribaltone ai vertici della Difesa.
Le ultime Sassate (leggi qui), hanno però mandato per aria il piano A e così ora si sta lavorando a quello B. Che prevede il ruolo di consigliere-principe di Guerini per Nones e l’arrivo del generale Carmine Masiello come nuovo capo di Gabinetto.
Quale altro zombie potrebbe essere evocato da Fausto Recchia nel suo nuovo e incompatibile incarico di capo della segreteria politica del ministro Guerini? Nella peggiore delle ipotesi, Nones
Come avevamo annunciato qualche giorno fa, al ministero della Difesa è tornato Fausto Recchia. Ma per evitargli l’evidente conflitto di interessi, si ricorrerà a qualche trucco...
Domani, al Nazareno, si discuterà molto di sottosegretari ma anche di quelle posizioni di sottogoverno che a volte contano ancora di più. E se Zingaretti non si farà sentire in tema di “discontinuità”, la prima trappola è già pronta per il neo-ministro della Difesa, il mite Guerini. Che potrebbe lasciarsi convincere, non avendo uno staff personale di collaboratori fidati, a...
Torniamo a parlare dei mancati rimborsi ai dipendenti del Centro Nazionale Amministrativo dell’Esercito – CNAE, già CUSE – Centro Unico Stipendiale Esercito
Tutto questo sarebbe materiale per una commedia farsesca se non fosse che è la realtà dei fatti. E la vicenda si tinge di risvolti ancora più desolanti. 
Giuseppe Conte l'aveva giurata ad Elisabetta Trenta: il mancato appoggio alla nomina del suo consigliere militare, l'ammiraglio Carlo Massagli, a capo di stato maggiore della Marina, l'avrebbe considerato uno sgarbo intollerabile. E difatti, una volta scelto Giuseppe Cavo Dragone per il vertice della forza armata, aveva perfino smesso di salutarla e di stringerle la mano. "Gliel'avevo promesso a Carlo..." bofonchiava...
I lettori di Sassate conoscono bene i motivi e i particolari delle polemiche rivolte al generale Restaino in questi mesi. Così come sono stati regolarmente informati sui retroscena di un sollevamento dall’incarico protrattosi per la bellezza di sei mesi. Mai, però, ci saremmo aspettati di poter leggere il contenuto dell’encomio solenne firmato dal Capo di Stato Maggiore della Difesa, in...

Le Ultime Sassate