Un appello. Per chiedere un incontro urgente con la la ministra Trenta e il Capo di Stato Maggiore della Difesa e il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito. A chiederlo è AssoMilitari, associazione nazionale graduati e volontari delle FF.AA. e corpi armati d’Italia.

«Vi sono problematiche e criticità all’interno del comparto Difesa» – spiega in un video il Caporale Maggiore Ca. Sc. Q. S. Carlo Chiariglione, presidente e fondatore di AssoMilitari. «Problematiche e criticità riconducibili a fatti, comportamenti e soggetti ben definiti. Alcuni di queste situazioni, per caratteristiche e livelli di stress prodotto, potrebbero essere motivo da parte del personale di servizio. Come è già successo in passato».

Il Caporale Maggiore Chiariglione sottolinea come abbia più volte abbia cercato di portare l’attenzione su quanto avviene ogni giorno tra le fila dei militari, ma si è sempre sentito rispondere che in quanto segnalato non vi era nulla che potesse destare preoccupazione. Ma «gli eventi e una famiglia distrutta confermerebbero il contrario».

La situazione, spiega AssoMilitari, è preoccupante. «Essendo questi soggetti al comando e ancora liberi di agire, quindi di reiterare i loro comportamenti, si chiede con urgenza di parlare con i vertici delle Forze Armate italiane. L’obiettivo è evitare che si ripetano queste situazioni e non far più rivivere inutili sofferenze al personale in uniforme, quasi sempre appartenenti al ruolo dei Graduati Volontari».

CONDIVIDI

5 Commenti

  1. È vero, stressano troppo questi ragazzi, che d’altronde, sono andati volontari, con tutta la buona volontà, un esempio è mio figlio. Ci sono veramente ragazzi che meritanodi essere apprezzati. Cordiali saluti una mamma

  2. Per esperienza personale (mio figlio era nell esercito come volontario e purtroppo si è suicidato) e da mamma che piange un figlio dico che purtroppo ci sono tante cose che nn funzionano bene e tanti superiori che trattano questi ragazzi veramente male

  3. Sarebbe INDISPENSABILE diminuire gli investimenti in armi e forze armate ed investire in difesa e prevenzione del territorio (frane, erosione costa, pericoli eruzioni e terremoti, ecc) e dell’ambiente (inquinamento, tutela del patrimonio vegetale e faunistico, ecc), prevenzione sui luoghi di lavoro (mille morti all’anno è una guerra!) sicurezza antincendio, protezione civile, sicurezza sulle strade (5000 morti all’anno), e nelle strade ( ponti, gallerie, strade interne e nazionali), microcriminalità diffusa, corruzione, supporto ai giovani (formazione, lotta alla droga, alcool, ecc).
    E poi delle forze armate ridotte e in cooperazione!
    Mostrare i muscoli all’esterno e mantenere un popolo alla fame mi pare veramente ridicolo. Stop agli armamenti; solo se eruttasse il Vesuvio potrebbe fare milioni di morti ed abbiamo un piano di emergenza RIDICOLO.

  4. Salve a tutti. Vorrei sapere se é possibile parlare con qualcuno dei vertici di Sassate personalmente. Vorrei raccontare quello ke mi é successo ultimamente. Sicuramente non mi crederanno perché é aldilà della logica. Vorrei quindi sapere se qualcuno é disposto ad ascoltarmi. Personalmente.

  5. Siamo dei numeri soltanto. Dimenticati da tutti i nostri vertici. Se ne fregano ma non sanno ke dietro di noi esiste una storia più o meno complicata o non. É Assurdo. NON Ê QUESTA LA MIA FORZA ARMATA CHE CONOBBI 30 ANNI FA.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.