mercoledì, 8 Luglio, 2020

Guido Paglia

Guido Paglia
294 ARTICOLI 4 Commenti
Classe 1947, romano, è giornalista professionista dal 1973. Ha ricoperto l'incarico di Vicedirettore e Capo della Redazione Romana del Giornale durante la direzione di Indro Montanelli e di Direttore della Comunicazione del Gruppo Cirio-Del Monte e della Lazio Calcio con Sergio Cragnotti. Dal 2002 al 2012 ha lavorato in Rai come Direttore Comunicazione, Relazioni Esterne e Rapporti Istituzionali.
Il testo del ddl applicativo del ''Libro Bianco'' della Difesa fatto approvare con un blitz in Consiglio dei Ministri lo scorso 10 febbraio è scomparso dal sito del Ministero per delle "modifiche". Se l'indiscrezione venisse confermata sarebbe un fatto gravissimo che richiederebbe, in ogni caso, un nuovo passaggio in CdM con le debite giustificazioni per motivare una procedura così sconcertante.
Il muro del silenzio eretto dalla ministra Roberta Pinotti e dall'apparato messo in piedi dal generale Claudio Graziano, per proteggere la rivoluzione prevista dal ddl applicativo del ''Libro Bianco'' della Difesa, comincia a sgretolarsi.
È questa la strada scelta dalle "teste d'uovo" della ministra Roberta Pinotti per raggiungere l'obiettivo di una riorganizzazione delle FFAA, così come l'ha disegnata l'attuale Capo di Stato Maggiore della Difesa, Claudio Graziano, forte dell'avallo dell'immarcescibile segretario del Consiglio Supremo quirinalizio, Rolando Mosca Moschini.
Il "pactum sceleris" tra Roberta Pinotti (con la collaborazione dell'immarcescibile Rolando Mosca Moschini e del Capo di Stato Maggiore della Difesa Claudio Graziano) e gli attuali vertici militari ormai non è più un segreto: prolungare da due a tre anni la durata dell'incarico.
Ora il complesso mondo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Carabinieri) vuole capire bene l'esatta portata dei contenuti del "Libro Bianco" della Difesa che Roberta Pinotti presenterà domani in Consiglio dei Ministri.
Domani il Consiglio dei Ministri si vedrà sottoposta la realizzazione del sogno di Pietro Badoglio: tutto il potere al Generalissimo (a quando Maresciallo d'Italia?) Claudio Graziano, attuale Capo di Stato Maggiore della Difesa. Non se ne è accorto quasi nessuno, ma c'è un sotterfugio per scavalcare gli eventuali rilievi del...