venerdì, 14 dicembre, 2018

Mario Basso

23 ARTICOLI 0 Commenti
Nostalgico dei bei tempi andati. Qui si occupa di un po’ di tutto. La sua cifra stilistica è il sarcasmo. Da usare smoderatamente.
Fermi tutti, falso allarme. Quello contro l'europarlamentare del Pd,  Cecile Kyenge, non è stato un attacco razzista. Qua, almeno stando alle accuse, quella incivile è lei che non raccoglie la cacca del cane (come prevede la legge o, quantomeno, la decenza). Dispiace per i professionisti del grido allo scandalo, per...
“Presidente Grasso fora li palanchi!” A sinistra ferve il dibattito. Se l’attuale presidente del Senato debba o meno versare le quote per il partito democratico da cinque anni a oggi, cioè dal giorno della sua elezione allo scioglimento delle camere. Ieri è sceso in campo Emanuele Macaluso, un pezzo da...
Ha ragione Marcello Veneziani: c’è una nostalgia inconscia dell’uomo forte in Italia. Per questo ha fatto bene il direttore de il Tempo Gianmarco Chiocci a mettere il faccione della Buonanima in una bella foto di prima pagina. Eleggendo il Cavaliere Benito a “uomo dell’anno in Italia”. Ovviamente a sua insaputa. E...
Da tempo il Partito Radicale transnazionale è impelagato nel dopo Pannella e nella retorica dei ricordi. Nel frattempo i Radicali italiani di Emma Bonino e del segretario Riccardo Magi si sono di fatto distaccati dalla galassia di Ong e fanno squadra a sé.
Sentenza storica del Tribunale civile di Roma. I giudici hanno condannato il Viminale a risarcire per 7 milioni di euro i proprietari di un palazzo occupato per il mancato sgombero dell'edificio.
Essere giornalisti al giorno d'oggi in Italia è un duro lavoro. Tra precariato, contratti sottopagati, redazioni che chiudono, "competizione" sleale con improbabili figure non iscritte ad alcun ordine, a minacciare la categoria ora arriva Mosart. Il tutto nell'indifferenza dell'Odg e della FNSI.