Il capo di stato maggiore della Difesa, generale di squadra aerea Enzo Vecciarelli, prova a schivare la Sassata pubblicata poche ore fa (leggi qui).Fa sapere per le vie brevi che quanto scritto sono tutte fantasie.

E allora ecco i particolari del piano di impiego dei fondi destinati ai sistemi d’arma. Un piano messo a punto senza coinvolgere i CSM delle FFAA. Analizzandolo, si capiscono bene i motivi, visto che sembra esistere solo l’Aeronautica.


Allora, generale Vecciarelli, sono davvero tutte fantasie quelle pubblicate da Sassate? E già che ci siamo, si può sapere perché il Parlamento ancora aspetta il Documento Programmatico pluriennale (2020/2022) della Difesa? Come mai non è ancora pronto? Per caso c’entrano i piani di spesa di cui stiamo parlando?

CONDIVIDI
Guido Paglia
Classe 1947, romano, è giornalista professionista dal 1973. Ha ricoperto l'incarico di Vicedirettore e Capo della Redazione Romana del Giornale durante la direzione di Indro Montanelli e di Direttore della Comunicazione del Gruppo Cirio-Del Monte e della Lazio Calcio con Sergio Cragnotti. Dal 2002 al 2012 ha lavorato in Rai come Direttore Comunicazione, Relazioni Esterne e Rapporti Istituzionali.

2 Commenti

  1. Abitudinario a commettere questi colpi di mano : ad esempio destinare i F35b con precedenza alla AMI invece che alla Marina che così non è in grado di fare il dovuto addestramento a bordo del Cavour che dovrà essere ritardare il combat – ready e la missione in USA per la omologazione. E poi non rispolverate la legge Balbo. L’AM non ha nessun motivo di avere aerei Fr 35 b. Comandante si comporti come la sua funzione richiede.!

  2. Ma un giornalaio che chiama il Capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale di Squadra Aerea anzichè GENERALE e meglio che cambia rivenditoria.
    Buon lavoro

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.