Una circolare che è andata di traverso a molti. Così indigesta che ora la Difesa deve fare marcia indietro: niente “dieta forzata”, dunque, per i professionisti delle stellette in sovrappeso.

Dopo il polverone causato dalle direttive sconclusionate indicate da Graziano prima della sua dipartita, infatti, ora si sta cercando di correre ai ripari. Secondo fonti della Difesa con molta probabilità è stato proprio il nuovo Capo di Stato Maggiore, Enzo Vecciarelli, a chiedere che la circolare fosse riscritta con più senno: invece di coinvolgere tutti i militari, senza distinzione di età e incarico ricoperto, si valuterà caso per caso il da farsi.

Perché quello dell’obesità è un problema serio e va affrontato, come conferma il Cocer (Consiglio Centrale di Rappresentanza) delle Forze Armate. Ma, alle solite, con i nostri eroi nulla è mai come dovrebbe.

CONDIVIDI
Guido Paglia
Classe 1947, romano, è giornalista professionista dal 1973. Ha ricoperto l'incarico di Vicedirettore e Capo della Redazione Romana del Giornale durante la direzione di Indro Montanelli e di Direttore della Comunicazione del Gruppo Cirio-Del Monte e della Lazio Calcio con Sergio Cragnotti. Dal 2002 al 2012 ha lavorato in Rai come Direttore Comunicazione, Relazioni Esterne e Rapporti Istituzionali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here