La Lazio festeggia i suoi 118 anni di storia. L’altra sera allo scoccare della mezzanotte, in Piazza della Libertà, un vero e proprio bagno di folla. Oltre 2000 i tifosi capitolini che hanno omaggiato il club biancoceleste con sciarpe, bandiere e fuochi d’artificio.

Proprio in occasione del 118° anniversario della fondazione, l’avvocato Gian Luca Mignogna e il Comitato Promotore dell’assegnazione ex aequo a Lazio e Genoa del titolo di Campione d’Italia 1914/15, hanno chiesto a tutti i tifosi laziali e a tutti gli addetti ai lavori di condividere (e far condividere) sui social l’hashtag ufficiale #Scudetto1915LazioTricolore.

Ed hanno anche redatto un comunicato.

Nel rammentare che il 29 gennaio 2018 ci sarà l’elezione del nuovo Presidente della FIGC e che entro la stessa data dovrà essere eletta puranche la Governance della Lega Serie A che esprimerà i propri Consiglieri in seno al Consiglio Federale, si evidenzia come risulterà fondamentale mantenere in auge la rivendicazione di quello che sarebbe il Primo Scudetto della Capitale per il quale la Commissione dei Saggi ha già dato parere favorevole ed il reintegrato Consiglio Federale sarà chiamato a prendere la decisione finale sul procedimento di riesame tuttora pendente. Per tali ragioni, si auspica la massima condivisione dell’hashtag #Scudetto1915LazioTricolore, in modo che lo stesso possa diventare assolutamente virale su Twitter, Facebook ed Instagram”.

Non è mancato, poi, un messaggio, lanciato su Radiosei, rivolto all’ex romanista Damiano Tommasi che, dopo l’addio di Tavecchio, ha annunciato la propria candidatura in Federcalcio.

Fino all’estate 2016 l’assegnazione dello Scudetto 1915 a Lazio e Genoa sembrava cosa fatta, poi però sono cambiati alcuni equilibri in seno alla FIGC. Non è più possibile rimandare ulteriormente, i tifosi laziali hanno aspettato fin troppo, meritano di ricevere una risposta positiva e definitiva al più presto. Damiano Tommasi, che ieri ha ufficializzato la sua candidatura, è sicuramente una persona degna di stima e rispetto, ma dai forti connotati romanisti, per cui sarebbe proprio il caso che chiarisse pubblicamente qual è il suo pensiero in merito, perché questo rasserenerebbe tutto l’ambiente”.

CONDIVIDI
Paolo Signorelli
Classe 1986. Giornalista e grande tifoso laziale ed esperto di calcio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here