Buone notizie per i tifosi della Lazio: il loro presidente, Claudio Lotito, non ha superato l’esame d’ammissione alla futura compagine azionaria dell’Alitalia e così possono dormire sonni tranquilli.

Che c’entrava la società biancoceleste? Presto detto. L’irrefrenabile e ambiziosissismo “patron”, aveva inviato un’offerta per poter far parte della cordata, garantendo un investimento di 200 milioni. Peccato, però, che si trattasse di un finanziamento garantito da un pool di banche (capofila pare la BNL), alle quali Lotito aveva fornito come garanzia proprio il suo robusto pacchetto di maggioranza della Lazio.

Ora, quando si stanno stringendo le intese decisive per quelli che saranno gli effettivi partecipanti alla nuova cordata di azionisti, l’offerta di Lotito è stata inesorabilmente scartata, perché ritenuta inadeguata per un’operazione cosi delicata.

E i laziali possono tirare un sospiro di sollievo.

CONDIVIDI
Guido Paglia
Classe 1947, romano, è giornalista professionista dal 1973. Ha ricoperto l'incarico di Vicedirettore e Capo della Redazione Romana del Giornale durante la direzione di Indro Montanelli e di Direttore della Comunicazione del Gruppo Cirio-Del Monte e della Lazio Calcio con Sergio Cragnotti. Dal 2002 al 2012 ha lavorato in Rai come Direttore Comunicazione, Relazioni Esterne e Rapporti Istituzionali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.