Essere giornalisti al giorno d’oggi in Italia è un duro lavoro. Tra precariato, contratti sottopagati, redazioni che chiudono, “competizione” sleale con improbabili figure non iscritte ad alcun ordine, a minacciare la categoria ora arriva Mosart. Il tutto nell’indifferenza dell’Odg e della FNSI.

Mosart, un nome che è tutto un programma. Si tratta di un software che “alleggerisce” il lavoro nei telegiornali. E funziona così bene da aver già prodotto 120 esuberi tra tecnici, archivisti, montatori, mixer video, assistenti alla regia e controllo camere nella sola redazione di Sky.

Mosart è l’evoluzione di VizRt, un programma già in uso, e gestisce le scalette e i contenuti dei tg. Già adesso accade che il giornalista non si limiti più ad occuparsi dei contenuti (come prevede la sua figura professionale) ma allarghi le sue mansioni anche a ciò che compete ai tecnici, ovvero la gestione della messa in onda.

Siccome siamo in un Paese dove tutti possono fare tutto, con buona pace della professionalità e della competenza, ecco che il giornalista si ritrova a fare il lavoro del tecnico-producer. Il giornalista lavorerà su sigle, grafiche, e addirittura sulla gestione di telecamere, audio e luci per la messa in onda. Con buona pace della qualità del lavoro.

D’altro canto, perché pagare due figure professionali quando si può “ottimizzare le risorse”. Ah, se poi vi avanza del tempo, già che ci siete, passate pure lo straccio per terra…

Il demansionamento porterà con sé un’altra inevitabile conseguenza: l’azienda potrà non applicare più il contratto giornalistico, ma quello della FRT (Federazione Radio Televisioni).

Il tutto nel silenzio assordante dell’Ordine dei Giornalisti e della FNSI. Che già non si sono di certo sprecati per difendere i lavoratori licenziati e i giornalisti costretti a fare le valige e trasferirsi a Milano. Ma evidentemente, per loro le priorità sono altre (quali?).

 

 

 

 

CONDIVIDI
Avatar
Nostalgico dei bei tempi andati. Qui si occupa di un po’ di tutto. La sua cifra stilistica è il sarcasmo. Da usare smoderatamente.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.