Oggi Sassate.it spegne la sua prima candelina. È passato un anno, infatti, dal giorno in cui abbiamo deciso di lanciarci in questa avventura.

C’era davvero bisogno di un nuovo sito di news? Ci (e vi) chiedevamo lo scorso 27 novembre, consapevoli del fatto che non è facile riuscire a far sentire la propria voce in mezzo ad una piazza virtuale piena zeppa di “informatori”.

La risposta, però, ce l’avete data voi lettori. In un anno abbiamo registrato 180mila utenti unici, 365mila accessi e 628mila visualizzazioni di pagina. Niente male per un sito che non ha alle spalle un editore e che può contare “solo” sull’impegno e la dedizione di chi ci lavora.

Noi vi abbiamo offerto un spazio di analisi e di riflessioni, anche polemiche. Su argomenti che spesso non trovano spazio sui grandi giornali nazionali oppure, peggio, vengono “filtrati” dal politicamente corretto o “manipolati” secondo l’interesse del momento.

Vi abbiamo dato la verità. Senza infiocchettamenti. Nuda e cruda. Dalla Rai all’Anas, dalla Difesa alla Leonardo Spa e alla Mbda Italia. Senza tralasciare le polemiche all’interno dei sindacati. Insomma, non abbiamo risparmiato nessuno. E voi ogni giorno siete venuti su Sassate.it a cercare informazioni, a lasciare un commento, a denunciare una situazione. L’articolo più letto? ANAS e la vergogna del “caso Scannella”: 26.675 visualizzazioni. Seguito da Nomine “FFAA, la Trenta “sconfessa” Graziano-Badoglio”: 22.995 letture.

Il primo anno è volato. Grazie per averci seguito e sostenuto. Noi continueremo a fare informazione libera e indipendente e a lanciare “sassate” virtuali contro i palazzi di potere. Come Davide contro Golia.

CONDIVIDI

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here