Il Consorzio CNCCS, Collezione Nazionale Composti Chimici e Centro Screening, ha piantato un’altra bandiera nella ricerca di molecole attive contro virus e parassiti.

È stata, infatti, individuata una classe di composti particolarmente attiva nel colpire il parassita della malaria, il plasmodio, bloccando il meccanismo attraverso il quale la zanzara può trasmettere il virus da uomo a uomo.

La scoperta è avvenuta nei laboratori dei soci del CNCCS nell’ambito degli studi (finanziati dal ministero dell’Università e della Ricerca) sulla ricerca di nuovi farmaci per le malattie rare e della povertà e lo screening dei composti conservati nella repository nazionale.

Una conquista sensazionale. Difatti il CNCCS, attivamente supportato dalla “severissima” Fondazione “Medicines for malaria Venture”, braccio operativo della “Bill and Melinda Gates foundation”, ha iniziato una proficua collaborazione con l’Imperial College di Londra per arrivare alla validazione dei composti selezionati e dunque passare alla fase clinica della sperimentazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.