Altro che vaccino! Nei primi mesi del 2021, la vera barriera contro la pandemia arriverà dall’inizio dei test su ICUTRAIN (Intensive Care Unit TRAIN), un avveniristico treno-ospedale ideato dalla SITAEL ma proposto dall’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) e selezionato dall’ESA come vincitore del bando “Space in response  to Covid 19 outbreak” fra la bellezza di ben 130 progetti selezionati.

Potevano la ministra per l’Innovazione Tecnologica  e la Digitalizzazione, Paola Pisano e le “teste d’uovo” (d’uovo ?) che circondano da qualche tempo il sottosegretario di Palazzo Chigi con delega alle politiche dello spazio, Riccardo Fraccaro, lasciarsi sfuggire una ghiotta e rivoluzionaria occasione del genere?

Certo che no. E così via ai roboanti annunci e sotto con i test sperimentali. Se poi l’avveniristico treno sarà pronto per entrare in funzione quando la pandemia sarà ormai definitivamente sotto controllo, magari grazie ai vaccini,  pazienza. L’importante sarà comunque averci provato.

E poi, non si sa mai: potrebbe tornare utile lo stesso in caso di terremoti o altri cataclismi naturali che non abbiano danneggiato la fantastica rete ferroviaria italiana.

Ma quali sono le caratteristiche di ICUTRAIN? Si possono scoprire cliccando sul sito www.astrospace.it. Meglio non rovinare la sorpresa. In compenso, nulla si sa dei costi previsti e prevedibili. Ma cosa volete che sia, di fronte ad una “genialata“ del genere? Solo un miserabile dettaglio.

CONDIVIDI
Avatar
Inviata (e infiltrata) speciale nelle situazioni più “scottanti”. Le sue inchieste ruotano principalmente intorno alla Rai e compagnia (poco) bella.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.