Dieci domande ormai non si negano a nessuno. Ne sanno qualcosa politici e magistrati come Berlusconi, Renzi, Salvini, Palamara. E chissà quanti altri in futuro. Nel loro piccolo anche gli inquilini e il loro sindacato Siai, dopo una storica sentenza del Consiglio di Stato che ha dato ragione al giornalista Mediaset Pierangelo Maurizio sull’accesso agli atti della dismissione degli immobili, ne hanno rivolte dieci all’Inpgi – il mitico e ormai un po’ decaduto istituto di previdenza dei giornalisti italiani –  e alla società Investire Sgr
che sta curando con molte difficoltà e pochi risultati le vendite relative.

Tutto nasce dall’illusione di potere evitare il commissariamento governativo determinato dai pochi iscritti e dalle tante, troppe e spesso molto alte, pensioni da pagare. Come se vessando gli inquilini – ne sa qualcosa il collega Dimitri Buffa costretto a pagare da quasi
dieci mesi l’affitto della casa incendiata in seguito al cambio del contatore Italgas per una fuoriuscita di gas, rischiando anche la vita nell’incendio, senza che nessuno si sia degnato di dirgli in che tempi l’alloggio di cui è assegnatario verrà ripristinato –  si potessero
risolvere i problemi contributivi e pensionistici.

E tra le dieci domande che riportiamo di seguito ce ne sta anche una che riguarda proprio le assicurazioni contro i danni dei fabbricati Inpgi in caso di incendi e calamità culturali. Le vecchie polizze includevano anche una voce che risarciva l’istituto per il mancato
godimento degli affitti per “cause di forza maggiore”. Quelle nuove stipulate da Investire dopo il 2018, secondo voci che provengono da Inpgi immobiliare – di fatto esautorata dopo l’avvento della società Investire Sgr – “probabilmente no”. Risparmiare quattro soldi
togliendo una voce dalla polizza tipo? Presto si saprà.

Così Corrado Giustiniani nella ennesima richiesta di accesso agli atti avanzata dal Siai di cui è segretario in seguito alla novità della sentenza del Consiglio di stato, ha inserito anche la richiesta di potere vedere le polizze anti incendio attuali stipulate da Investire Sgr.

Ecco in dettaglio quindi le “dieci richieste” che il 4 agosto il Sindacato inquilini assegnatari Inpgi ha notificato all’istituto e a Investire Sgr:

1) Quali sono i valori con i quali tutti i singoli immobili sono stati apportati al Fondo Amendola, a partire dal dicembre 2013?.

2) Che dicono le perizie semestrali di aggiornamento di tali valori, sino all’ultima del 30 giugno scorso?

3) C’è la vicenda che riguarda l’immobile di via Novelli ai Parioli: doveva rimanere nel patrimonio dell’Istituto, che aveva investito forti somme per realizzarvi un cappotto termico, cambiare la centrale termica, sostituire tubi, radiatori e quant’altro, ed invece è stato ceduto in un’ultima e imprevista tranche di dismissioni: quanto ha speso l’Inpgi su questo palazzo, per poi cederlo?

4) Altro caso riguarda un immobile ad uso terziario di via Parigi, già sede dell’Ordine dei giornalisti: a quanto era stato acquistato, quanto si è speso per la sua ristrutturazione?

5) A quanto è stato ceduto?

6) Quale è stato sinora il valore complessivo degli atti notarili di vendita, alla data del 30 giugno 2020. L’obiettivo per l’Inpgi era un incasso di 650 milioni di euro. Secondo l’ultima relazione del Comparto Unico del Fondo Inpgi, al 31 dicembre le proposte raccolte
(che non sono ancora atti di compravendita) erano per 336 milioni di euro. Come stanno le cose?

7) Quale è il numero assoluto e la quota percentuale degli alloggi in affitto rimasti inoccupati, e quella degli alloggi vuoti nei palazzi in vendita (che, come tali, gravano sui costi dell’Inpgi e non possono essere riaffittati)?

8) Cosa prevedono le polizze assicurative sugli alloggi? Sono le stesse di pochi anni fa o la copertura si è ridotta?

9) Qual è il compenso del nuovo “service” Yard, che ha sostituito in molti adempimenti il servizio immobiliare dell’Inpgi?

10) Sono state previste delle penali a carico di Investire, la società di gestione del Fondo Inpgi, in ragione dello scostamento fra incassi programmati ed effettivi?

CONDIVIDI
Avatar
Inviata (e infiltrata) speciale nelle situazioni più “scottanti”. Le sue inchieste ruotano principalmente intorno alla Rai e compagnia (poco) bella.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.