La scrittrice sannita Ornella Mariani Forni, opinionista per testate nazionali e autrice di saggi e ricerche sulla “questione meridionale” ha denunciato la Gip del Tribunale di Agrigento, Alessandra Vella, contro la sua decisione di scarcerare Carola Rackete.

La scrittrice, come riporta il sito Imolaoggi.it,  è partita dalla considerazione che la decisione del Gip sia basata su presupposti giuridicamente errati: uno su tutti, il fatto che gli immigrati trasportati dalla Sea Watch capitanata da Carola non erano naufraghi, ma “soggetti con destinazione predefinita”.

La decisione del gip – scrive – offende gli interessi, i sentimenti e i valori dello Stato italiano, per ”Delitto contro la personalità dello stato” poiché la sua attività, svilendo ed esautorando le Forze dell’Ordine impegnate in loco, ha violato l’art. 241 del Codice penale”. 

E aggiunge che “non può essere sfuggito al Gip l’intenzionalità della comandante tedesca nel restare quattordici giorni in mare pur nella consapevolezza di potere, nello stesso arco temporale, raggiungere porti sicuri: tunisini, algerini, marocchini, portoghesi, spagnoli, francesi, maltesi, albanesi, egiziani, croati”.

“Per tutto questo è difficile non dedurre  la determinazione a compiere un’azione estranea all’esercizio di un diritto e distante dall’onere di un dovere e ad arrecare un violento e deliberato insulto alle Autorità italiane ed ai Finanzieri”.

Mariani Forni parla poi di manovra intenzionale di stampo criminale, socialmente pericolosa: “l’ordine di accensione dei motori laterali, mirava a schiacciare la motovedetta della Gdf e la scriminante di cui all’art.51 appare uno scardinamento delle norme attraverso false premesse in fatto e in diritto”. 

Insomma, la scrittrice non le ha certo mandate a dire. E non è la prima volta che fa sentire, forte e chiara, la sua voce. Eccola in questo video (clicca qui) mentre dà una lezione ai finto-buonisti radical chic che amano riempirsi la bocca di belle parole (mentre i fatti arrancano).

CONDIVIDI
Avatar
Nostalgico dei bei tempi andati. Qui si occupa di un po’ di tutto. La sua cifra stilistica è il sarcasmo. Da usare smoderatamente.

16 Commenti

  1. ESISTE UN MODO PER CONTATTARE QUESTA SIGNORA!!?? VOGLIO SOTTOSCRIVERE LA SUA DENUNCIA!!!! DOVREMMO FARLO TUTTI!!!! PER FAVORE CHI SA ME LO FACCIA SAPERE!!! GRAZIE!

  2. Facendo una ricerca google con chiave di ricerca tipo “denunciata gip di Agrigento” o similari, si nota come la news, per ora sia riportata solo da testate minori… Il che per ora perdura da questa notte ad ora: 10.40 di Domenica 7 luglio in quanto stanotte avevo già verificato la cosa e stamattina pure… Tutto chiaro e nel solco del maledetto mainstream che conosciamo già

  3. Sono d’accordo, avanti tutta , siamo italiani difendiamo la ns. bella Italia sputtanata dalla sinistra e da alcuni giudici incompetenti.

  4. In 14 giorni potevano andare ovunque..ma non sapevano di dover aspettare 14 giorni, o anche 30, visto che ha dovuto forzare il blocco perché i pagliacci al governo volevano usare la vita di queste persone x i loro giochetti politici. E poi, negli stessi giorni, sbarcano clandestini da tutte le parti e nessuno apre bocca! Non è così che si risolve la questione migranti con l’Europa, ma è avendo un piano comune per la gestione del problema, accordi con la Libia x non farli partire. Togliete la polvere dai mobili e poi lasciate le finestre aperte quando c’è vento! Bah..

      • Non ne capisco moltissimo di giurisprudenza ma se il GIP ha potuto farlo vuol dire che la legge lo permette. O solo perché alcuni non sono d’accordo sul finale, la cassazione è legge e la GIP no? Fosse stato il contrario andava meglio? Non siate giudici implacabili..aprite un po’ il cuore e mettetevi nei panni degli altri, di chi soffre e di chi aiuta..parliamo di esseri umani, no di carte e soprammobili (impolverati).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.